Cosa puoi fare oggi:
No events found.
Alcuni eventi di oggi
No events found.

Newsflash

M'illumino di Meno 2021

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Lo Staff di QuanteNeSai.it aderisce alla nuova edizione di M'illumino di meno che torna venerdi` 26 marzo 2021 ed e` dedicata al "Salto di Specie", l'evoluzione ecologica nel nostro modo di vivere che dobbiamo assolutamente fare per uscire migliori dalla pandemia.

L'invito di M'illumino di Meno 2021 e` raccontare i piccoli e grandi Salti di Specie nelle nostre vite. Quelli gia` fatti e quelli in programma: dalla mobilita` all'abitare, dall'alimentazione all'economia circolare.

Locandina 2021-03-26-Millumino-di-meno

Riportiamo quanto scritto nella pagina dedicata a M'illumino di meno:

"Il 2021 sara` l'anno del cambiamento per il nostro pianeta", Ursula Von der Leyen, Presidente della Commissione Europea

Con un salto di specie, da un pipistrello a un pangolino, dal pangolino all'uomo, un virus ha messo in ginocchio la specie umana.
Abbiamo capito quanto siamo fragili, drammaticamente interconnessi, quanto abbiamo logorato il mondo in cui viviamo mettendolo in pericolo. Abbiamo fatto noi, la specie umana, da trampolino per questo salto di specie: pipistrello e pangolino stavano da millenni in equilibrio in una foresta tropicale.
Adesso tocca alla specie umana fare un salto di specie, un'evoluzione nel nostro modo di abitare il pianeta. Ognuno di noi e` chiamato a diventare piu` green, piu` responsabile, piu` sostenibile, piu` efficiente, piu` intelligente, piu` in armonia con il pianeta. Bisogna fare un salto in avanti: in tanti modi, in tanti ambiti.

M'illumino di Meno 2021 raccoglie e racconta i salti di specie singoli e collettivi verso la transizione ecologica. Quelli gia` fatti, quelli in atto, quelli in programma. Grandi e piccoli balzi in avanti: salti di specie.

E' salto di specie passare dalle energie fossili alle rinnovabili. E' salto di specie la mobilita` sostenibile. E' salto di specie il risparmio energetico, e` salto di specie il cappotto termico che riduce i consumi di casa, e` salto di specie riciclare, ridurre, riconvertire. E' salto di specie la raccolta differenziata e la riduzione dei rifiuti fino a rifiuti zero. E' salto di specie l'economia circolare. E' salto di specie la riduzione degli sprechi alimentari. E' salto di specie piantare alberi e rendere le citta` piu` resilienti. E' salto di specie consumare meno e meglio, e` salto di specie investire eticamente. E' salto di specie ridurre il consumo di suolo e tutelare il paesaggio.

La storia di M’illumino di Meno

M’illumino di Meno e` la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, lanciata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2, per chiedere alle persone di spegnere le luci non indispensabili e ripensare i consumi.

Dall'inizio di M'illumino di Meno il mondo e` cambiato.

L'efficienza energetica e` diventata un tema economico rilevante e le lampadine a incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono piu`. Ma spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell'umanita` resta un'iniziativa concreta, non solo simbolica, e molto partecipata.

Si spengono sempre le piazze italiane, i monumenti - la Torre di Pisa, il Colosseo, l'Arena di Verona -, i palazzi simbolo d'Italia - Quirinale, Senato e Camera - e tante case dei cittadini. Si sono spenti per M'illumino di Meno la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna. In decine di Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosita`, nelle scuole si discute di efficienza energetica, in tanti ristoranti si cena a lume di candela, in piazza si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell'inquinamento luminoso.

CicloCinema

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Abbiamo scoperto recentemente un interessante progetto giunto alla seconda edizione: il CicloCinema!
Un nuovo modo per promuovere sostenibilita` e cultura cinematografica usando dieci biciclette per alimentare un cinema a pedali. Un gruppo di cicloviaggiatori si spostano ogni giorno in una diversa localita` del SudTirol e preparano tutto il necessario per la proiezione serale.

 ciclocinema

Le serate sono gratuite ed aperte a tutti.
Le biciclette utilizzate durante il giorno, vengono connesse ad un sistema di generazione di energia elettrica, che alimenta tutti le apparecchiature necessarie per la serata.
Il pubblico dovra` pedalare per far si' che la proiezione possa continuare, rendendo cosi` la serata auto-sufficiente dal punto di vista energetico. Il "dover pedalare" durante la serata va al di la` del consumo di energia. Rappresenta il contributo di ognuno di noi ad un'impresa piu` grande, una sfida di tutta la comunita`.

Ciclovia VEnTO

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

VEnTO e` un progetto, ideato dal Politecnico di Milano nel 2010, di una dorsale cicloturistica lunga circa 700 km che unisce due grandi citta` VEnezia e TOrino, da cui il nome, lungo gli argini del fiume Po.

VEnTO e` un progetto che coinvolge la bellezza dei territori rianimandoli e consentendo alla loro riscoperta, i turisti potranno visitare i monumenti, i beni culturali, le citta` ed assaporare le specialita culinarie

Questa nuova "superstrada" a due ruote passera` anche da Milano, per otto chilometri dalla Darsena passando per l'Alzaia Naviglio Pavese fino al confine con Assago cambiando cosi' il volto anche dell'Alzaia.

VEnTO esiste solo in parte, sara` una ciclopedonale e non un itinerario in promiscuo con le auto, tutti potranno pedalare in sicurezza.

In questi anni sono state organizzate ben 7 edizioni della VEnTO Bici Tour, le immagini le trovi qui': www.ventobicitour.it

Il primo dei tour in bicicletta lungo VENTO si e` svolto nel 2013, dal 25 maggio al 2 giugno, ed e` stato l'inizio dell'avventura del progetto di dorsale cicloturistica in bicicletta: 15 tappe e una settimana di eventi. E' stato promosso dal gruppo di ricerca del Politecnico di Milano e dal 2017 e` aperto a tutti.

Il 27 luglio 2016 e` stato firmato a Roma un Protocollo d'Intesa, che ha contestualmente segnato anche la nascita del Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche (SNCT), tra le quattro regioni del Po (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto), il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT) che ha dato avvio alla progettazione e realizzazione della Ciclovia VENTO che fa parte delle 10 piste ciclabili di lunga distanza di importanza prioritaria tra cui anche la Verona-Firenze (Ciclovia del Sole), la Venezia-Torino (Ciclovia VENTO), da Caposele (AV) a Santa Maria di Leuca (LE) attraverso la Campania, la Basilicata e la Puglia (Ciclovia dell'acquedotto pugliese) ed il Grande raccordo anulare delle biciclette (GRAB di Roma).

Qui' trovate gli step cronologici dell'iter del progetto: progetto.vento.polimi.it/progetto.html.

Tratti già pedalabili in sicurezza

trattiesistenti

Comprende i tratti di pista ciclabile già esistenti (seppur discontinui), 102 km pari al 15% del tracciato in progetto.

Energiadi 2019

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Le Energiadi sono la prima gara al mondo per produrre corrente elettrica da fonti sostenibili, attraverso i Bike Energy System.

La corrente elettrica prodotta e` utilizzata per iniziative ed eventi di comunicazione sociale o di promozione del territorio.

Vince chi, grazie all'impegno delle persone coinvolte, produrra` piu` corrente elettrica (wattora).

Le Energiadi sono aperte a tutti. Si possono sfidare in questa originale competizione le citta`, le zone cittadine, le scuole, le diverse sedi di una societa`, i colleghi, le Associazioni... insomma chiunque abbia voglia di donare la propria energia per creare un momento ludico-ricreativo di informazione su importanti temi sociali.

Anche con l'edizione 2019 le Energiadi intendono aiutare le scuole nel compiere un importante upgrade strumentale, fornendo in premio beni e servizi per la didattica di natura tecnologia.

 energiadi-gioco

Gli strumenti digitali, elettronici ed elettrici sono una risorsa e un'opportunita` che aiuta l'essere umano in sempre piu` attivita`. Anche le scuole sono coinvolte da questo processo e le Energiadi sono fiere di poterle aiutare fornendo strumenti e servizi efficienti, ma anche un approccio al loro utilizzo fondato sulla consapevolezza che e` come costruisco e utilizzo gli strumenti a fare la differenza tra uno sviluppo attento alle future generazioni e uno che trasformera` la bellezza della nostra terra in un lontano ricordo.

16 scuole in gara dal 22 Febbraio al 26 Maggio 2019